La Tomografia Assiale Computerizzata (TAC), oggi definita semplicemente TC (Tomografia Computerizzata), è una metodica radiologica che, utilizzando radiazioni di tipo X (esattamente come quelle delle semplici radiografie), è in grado di ricostruire grazie delle sezioni del corpo anche al di sotto del millimetro, grazie all’utilizzo di programmi informatici particolari.

Per effettuare l’esame il paziente viene sdraiato su di un lettino che fa parte dell’apparecchiatura. La TAC è una metodica di secondo livello generalmente indicata dopo l’esecuzione di esami radiografici o ecografici o in seguito a visite specialistiche.

È molto usata nella ricerca di neoplasie primitive o di localizzazioni secondarie. Trova anche un importante utilizzo nello studio del sistema nervoso centrale (soprattutto l’encefalo) e del sistema vascolare (soprattutto per lo studio delle arterie). Oltre ai campi tradizionali di impiego (neurologico, scheletrico, traumatologico, toracico, addominale, oncologico, ginecologico, vascolare), la TAC è indicata anche per lo studio dell’apparato urinario (Uro TAC), del grosso intestino (Colonscopia virtuale), delle arterie coronarie (Cardio TAC).